Costituzione  eprocesso nella trattatistica di diritto romano dellottocento e del primo novecento.pdf

Costituzione eprocesso nella trattatistica di diritto romano dellottocento e del primo novecento PDF

Francesco Arcaria

- IntroduzioneCapitolo primo: Il diritto pubblico - Da Niebuhr a Mommsen- Rubino: una Verfassungsgeschichte tra Staatsaltertümer e Staatsrecht- Göttling: le fonti monumentali ed epigrafiche e la ricostruzione della costituzione romana- Lange: il diritto pubblico di Roma come storia della costituzione romana- Willems: il superamento della prospettiva antiquaristica- Mispoulet: la Constitution e l’Administration- Bouché-Leclercq: la trattazione unitaria del diritto pubblico e del diritto privato romano- Karlowa: un dialogo difficile tra filologia, storia e dogmatica giuridica- Herzog: la Staatsverfassung romana come emblema del ‘costituzionalismo’ antico- Costa: una Storia del diritto romano pubblico in aperta critica allo Staatsrecht mommseniano- ConclusioniCapitolo secondo: Il processo civile- Da Keller a Wlassak- Zimmern: le actiones come strumento di comprensione del diritto privato romano- Keller: il processo civile romano come ‘complesso organismo vivente in perenne movimento’- Bethmann-Hollweg: un trattato che apre una nuova stagione di studi sul processo civile romano- Bekker: l’actio come punto di osservazione privilegiato del processo civile romano- Karlowa: un’originale esposizione del processo civile arcaico romano- Baron: un manuale istituzionale in omaggio alla lezione dei grandi Maestri del passato- Hartmann - Ubbelohde: la ricostruzione della ‘macchina giudiziaria’ romana- Buonamici: il processo civile arcaico romano come sistema di actiones- Zocco-Rosa: l’approccio comparatistico di un manuale caduto nell’oblio- Eisele: l’incontro tra la filologia e la riflessione storico-giuridica- Jobbé-Duval: dal processo civile arcaico alla lex Aebutia- Samter: una suggestiva interpretazione dei rapporti tra ordo e cognitio- Steinwenter: il processo civile contumaciale romano- Bertolini: un trattato additabile come mirabile esempio di ricerca e didattica- Costa: la struttura privatistica dell’ordo e quella pubblicistica della cognitio- Wlassak: un momento di cesura e di svolta negli studi sul processo civile romano- Wenger: l’ausilio della papirologia giuridica per la ricostruzione del processo civile romano- Arangio-Ruiz: il processo civile romano nei documenti della prassi giudiziaria- ConclusioniCapitolo terzo: Il processo criminale- Da Geib a Wlassak- Geib: una pietra miliare nel percorso della processualistica criminale romana ottocentesca- Laboulaye: il processo criminale romano come emblema della civiltà di un popolo- Zumpt: un inedito indirizzo metodologico storico-processualistico- Di Marzo: il processo criminale romano tra dogmatica e sociologia- Hitzig: dal processo penale greco al processo criminale romano- Strachan-Davidson: un unicum nella trattatistica di diritto processuale criminale romano- Wlassak: il processo criminale romano tra iudicium publicum e iudicium privatum- Lengle: il processo criminale romano come strumento di lotta per la supremazia politica- Conclusioni

GIURISTI ABRUZZESI TRA OTTOCENTO E NOVECENTO. Saliceri:Svolse il confronto critico con il codice francese,un codice moderno per il periodo storico in cui nasceva,che avrebbe dovuto avere qualità di stampa Mazziniano e che Saliceri avrebbe dovuto condividere,al contrario egli mostrò ostilità per questo codice tanto,che inizio la sua opera:Rivista del codice Civile.Un giudizio il suo non 19/10/2012 · Allora ragazzi mi servirebbe un saggio semplice su l'emigrazioneho 6 documenti il primo è un grafico e dice "il grafico evidenzia l'aumento del flusso delle migrazioni dall'italia agli stati uniti tra il 1870 e il 1910" il secondo è una foto ambientata in un punto di migrazione "emigranti in attesa di salpare dal porto di genova alla volta degli stati uniti, 1905, in catalogo della mostra

8.48 MB Dimensione del file
8876071652 ISBN
Gratis PREZZO
Costituzione  eprocesso nella trattatistica di diritto romano dellottocento e del primo novecento.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.chazelles.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Stato e Costituzione: l'esperienza del Novecento . Premessa: la vocazione del secolo. Il Novecento è in apparenza un secolo spaccato in due: nella prima metà i totalitarismi, le guerre, le politiche di sterminio; nella seconda metà la pace, l’avvento delle nuove democrazie costituzionali, l’avvio della costruzione europea e più in genere della dimensione sovranazionale.

avatar
Mattio Mazio

- Patriota italiano, fra i volontari nella Prima guerra d'indipendenza, preparò un piano di insurrezione nell'Italia meridionale, noto come la spedizione di Sapri.

avatar
Noels Schulzzi

Le principali conoscenze acquisite riguarderanno: in primo luogo le fondamentali tappe storiche del costituzionalismo, riletto soprattutto dall'ottica delle libertà individuali; in secondo luogo,e parallelamente, i rapporti fra principi costituzionali e diritto privato nei diversi modelli codificatori europei, con particolare riferimento al ruolo della codificazione (francese, preunitaria Il nazionalismo.1. Essenza e origini del nazionalismo. 1.1 La nazione.Genericamente, si definisce nazionalismo quella tendenza politica ed etica che esalta il concetto di nazione, il quale, insieme a quello di popolo, sottolinea l'importanza di certi valori identitari e collettivi relativi ad un certo territorio. L'idea di nazione è una delle principali innovazioni registrate dal linguaggio

avatar
Jason Statham

Biografia. Giuseppe Farinelli è storico della letteratura italiana, agiografo, romanziere, giornalista e storico del giornalismo.Allievo di Alberto Chiari e di Francesco Casnati, è stato professore ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea e professore incaricato di Storia del giornalismo presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Diritto e violenza sessuale nell’Italia dell’Ottocento, Lecce, 2009. A proposito di dogmi classici cfr. S. Solazzi, “Infirmitas aetatis” e “infirmitas sexus”, in Scritti di diritto romano, vol. III, Napoli 1960, pp. 357-377. P. Zatti, Il corpo e la nebulosa appartenenza.

avatar
Jessica Kolhmann

Se è innegabile che il diritto romano ha un suo fondamento nel diritto civile, nella tutela della propria autonomia giuridica ed economica, in seguito poi questo "atteggiamento praticistico", non più "permeato da spirito eroico", ebbe l’effetto di snaturare il diritto, liberandolo gradualmente dal contesto politico, per cui si ridusse "a - Patriota italiano, fra i volontari nella Prima guerra d'indipendenza, preparò un piano di insurrezione nell'Italia meridionale, noto come la spedizione di Sapri.