Un passato che passa? Germania e Italia tra memoria e prospettiva.pdf

Un passato che passa? Germania e Italia tra memoria e prospettiva PDF

G. Prete Rossi (a cura di)

Benché la maturazione democratica di Germania e Italia appaia oggi un dato acquisito, il peso del passato continua tuttavia a condizionare la coscienza collettiva. Alcuni dei più significativi storici, giuristi e scienziati sociali dei due paesi si confrontano in un dibattito analiticamente serrato e idealmente appassionato. Interventi di: Giano Accame, Giuliano Amato, Angelo Bolaffi, Alessandro Cavalli, Jürgen Kocka, Jürgen Kühling, Mario Rainer Lepsius, Giacomo Marramao, Carlo Mongardini, George Mosse, Hermann Rudolph, Gian Enrico Rusconi, Nicola Tranfaglia, Heinrich August Winkler.

TENNIS-Il successo nel mondiale brasiliano, della Germania, ha aperto le porte ad ampie riflessioni sul sistema tedesco, a partire dalla molteplicità etnica che caratterizza sia la nazionale che Una prospettiva “glocal”, che – senza disconnettersi dalla grande rete planetaria delle informazioni e delle merci – punta sul territorio per alimentare innanzitutto la domanda interna, che (a livello macroeconomico) in Italia è entrata in crisi in decenni di austerity progressiva, fino a …

7.27 MB Dimensione del file
8886095325 ISBN
Gratis PREZZO
Un passato che passa? Germania e Italia tra memoria e prospettiva.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.chazelles.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

FAENZA. Da diversi anni esiste in Europa una vivace rete di ‘Città della Ceramica’, all’interno della quale Faenza si è affermata come una delle più attive protagoniste, non più solo dal punto di vista artistico, ma anche organizzativo ed innovativo. Faenza infatti detiene da sempre (con Donatella Callegari prima e, dal 2000 con Stefano Collina, oggi Senatore) la Presidenza di AiCC

avatar
Mattio Mazio

In questi tempi di crisi è estremamente diffusa, tra i commentatori politici ed economici italiani, l’esortazione a “fare come i tedeschi”. Guardando alla Germania, il paese europeo che meglio degli altri ha saputo rispondere alla crisi, si invoca spesso l’adozione, nei campi più disparati, di questo o quell’aspetto del sistema tedesco: chi ne vuole importare […] Dopo una quindicina d’anni di onesto servizio, e dieci romanzi da protagonista, il commissario Proteo Lamberti, salernitano di nascita ma triestino d’adozione, almeno per il momento è stato rimpiazzato da Xenia Zannier, una giovane friulana in forza non alla polizia di Trieste bensì a quella di Grado, ma il tema al centro del nuovo libro di Veit Heinichen, Borderless (pp. 396, euro 18

avatar
Noels Schulzzi

Una prospettiva “glocal”, che – senza disconnettersi dalla grande rete planetaria delle informazioni e delle merci – punta sul territorio per alimentare innanzitutto la domanda interna, che (a livello macroeconomico) in Italia è entrata in crisi in decenni di austerity progressiva, fino a …

avatar
Jason Statham

Vittorio Emanuele III e il passato che non passa. di Fabio Falchi - 18/12/2017. Fonte: Fabio Falchi. Il ritorno in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III ha scatenato polemiche roventi che sono una ulteriore conferma che nel nostro Paese non vi è (né con ogni probabilità vi potrà mai essere) una “memoria condivisa” né una “memoria accettata”, benché il nome di Vittorio

avatar
Jessica Kolhmann

La prospettiva è anche in linea con il boom delle bici elettriche, dei rent a bike e della selva di biciclette take-away che ormai da anni popolano le nostre città: non che con queste si giunga agevolmente lungo il fiume, ma una preventiva ricerca da casa di postazioni a nolo sicuramente distribuite nei punti topici del parco evita inutili fatiche, controproducenti rispetto ai sicuri