Latinismi sintattici nella prosa del Duecento.pdf

Latinismi sintattici nella prosa del Duecento PDF

Davide Mastrantonio

Nel medioevo il latino ha influenzato il volgare non solo nel lessico, ma anche nella sintassi. In questottica lo studio delle interferenze sintattiche può offrire un valido contributo alla conoscenza dellitaliano antico. Nel volume si indaga limpatto sul volgare di quattro costrutti non-finiti tipici della latinità: ablativo assoluto, perifrastica passiva, costruzioni gerundive e accusativo con linfinito. Il corpus è costituito da testi toscani in prosa del Duecento afferenti a tipologie testuali di ogni livello, dai testi pratici alle opere letterarie. Il filo conduttore dei vari capitoli è stabilire, sulla base di criteri non soltanto formali, se un determinato costrutto volgare sia ereditario o frutto di imitazione, e nel secondo caso ricostruire le ragioni pragmatiche e stilistiche del latineggiamento.

Nella collana diretta da Maurizio Dardano ha pubblicato il volume “Latinismi sintattici nella prosa del Duecento” (Roma, Aracne, 2017). Curriculum vitae Inglese Nel Nord almeno fino alla metà del Duecento la poesia lirica è provenzale, opera di ... La prosa francese, narrativa, morale e didattica, ha lettori in tutta Italia fino ... e) e la ripetitività degli schemi sintattici; vi si riconoscono come caratteristiche le ... elaborata per la poesia, composita, ricca di provenzalismi e di latinismi, e che ...

6.65 MB Dimensione del file
8825505221 ISBN
Latinismi sintattici nella prosa del Duecento.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.chazelles.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Abbiamo conservato per te il libro Sul giornalismo dell'autore Joseph Pulitzer in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web retedem.it in qualsiasi formato a te conveniente!

avatar
Mattio Mazio

La storia della letteratura italiana ha inizio nel Duecento, quando ... e conservano , nella povertà della loro struttura sintattica, un carattere molto ... del volgare umbro e di latinismi e dalla metrica che ripropone i modelli della poesia dotta, che la ...

avatar
Noels Schulzzi

Recensione a Davide Mastrantonio, "Latinismi sintattici nella prosa del Duecento" (Studi linguistici e di storia della lingua italiana. Seconda serie, 3). Presentazione di Maurizio Dardano, Roma, Aracne, 2017, 316 … Nella prosa Cicerone prevale sugli Scola stici, divenendo il modello di gran lunga più imitato. La situazione di un nuovo bilinguismo (il latino, divenendo più « clas la presenza di crudi latinismi sintattici e lessicali accanto a tratti genuini del parlato,

avatar
Jason Statham

L’AFFERMAZIONE DELLA PROSA IN VOLGARE UNA LINGUA PER LE NUOVE CLASSI SOCIALI: Nel corso della seconda metà del Duecento la PROSA VOLGARE si arricchì numericamente di testi, ma allargò il proprio campo di pertinenza e si liberò dalla tutela del latino fino ad assumere CARATTERISTICHE SINTATTICHE E STILISTICHE INDIPENDENTI. Firenze, infatti, si affermò solo nella seconda metà del Duecento, precisamente tra il 1260 e il 1280, grazie a rimatori quali Chiaro Davanzati, Monte Andrea e Rustico Filippi, il cui stile rifletteva quello dei poeti siciliani, intriso di gallicismi e sicilianismi ( le –i finali al posto delle –e = calori, valori; condizionali in –ìa; futuri in –aio; participi passati in –uto

avatar
Jessica Kolhmann

Fu nella seconda metà del Duecento che la prosa volgare, iniziò ad assumere caratteristiche sia sintattiche che stilistiche indipendenti da quelle dettate dal latino, anche se quest'ultimo rimase comunque un punto di riferimento costante, assieme al francese.