La gioia di darsi agli altri. «Lo avete fatto a me» (Mt 25,40).pdf

La gioia di darsi agli altri. «Lo avete fatto a me» (Mt 25,40) PDF

Teresa Calcutta (santa)

La testimonianza di una vita interamente dedicata al prossimo. Gli insegnamenti e le parole di Madre Teresa, fondatrice delle Missionarie della Carità, insignita del premio Nobel per la Pace: un messaggio di speranza, ricco di forza spirituale.

“Quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me.” (Mt 25,40) Ogni persona è per noi un riflesso di Gesù, uno per il quale Gesù è morto, una parola di Dio, eco del Verbo di Dio. Oggi, è Gesù che soffre negli ospedali e nelle case,

9.56 MB Dimensione del file
8821514072 ISBN
La gioia di darsi agli altri. «Lo avete fatto a me» (Mt 25,40).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.chazelles.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Diocesi Reggio Emilia Meditazioni sul “Padre nostro” e l’“Ave Maria” Anno 1986 Fonte dal Libro edito dalle Edizioni San Lorenzo di Reggio Emilia n. 30, sussidi biblici periodico trimestrale dell’Associazione San Lorenzo 1990. Didascalia di presentazione del Libro. Imparare a pregare pregando: è lo scopo della “Scuola di preghiera per giovani”, proposta mensilmente, dal 19986

avatar
Mattio Mazio

Tutto il grande racconto del giudizio universale di Mt 25 è incentrato in questa misteriosa accoglienza di Dio: «tutte le volte che avete fatto ciò (cioè dato da mangiare, da bere) a uno dei più piccoli di questi miei fratelli, lo avete fatto a me» (Mt 25,40). Ecco allora il modo «cristiano per eccellenza» di fare esperienza di Dio. In questo modo fuggirà l'accusa di amor proprio e riceverà lode di amor fraterno dal Signore che ha detto: Ciò che avete fatto a uno di questi miei fratelli minimi, lo avete fatto a me ( Mt 25,40).

avatar
Noels Schulzzi

Accogliendo Maria, Bernadette accoglie il Cristo: “Com’è che venga a me la madre del mio Signore?” (Lc 1,42) e, accogliendo Bernadette, Maria accoglie il Cristo: “Quanto avete fatto ad uno di questi piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25,40). Il sigillo di questa amicizia si trova nel segno della Croce.

avatar
Jason Statham

Accogliendo Maria, Bernadette accoglie il Cristo: “Com’è che venga a me la madre del mio Signore?” (Lc 1,42) e, accogliendo Bernadette, Maria accoglie il Cristo: “Quanto avete fatto ad uno di questi piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25,40). Il sigillo di questa amicizia si trova nel segno della Croce.

avatar
Jessica Kolhmann

“Quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me.” (Mt 25,40) Ogni persona è per noi un riflesso di Gesù, uno per il quale Gesù è morto, una parola di Dio, eco del Verbo di Dio. Oggi, è Gesù che soffre negli ospedali e nelle case,