Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Con Contenuto digitale per download e accesso on line.pdf

Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Con Contenuto digitale per download e accesso on line PDF

A. Perulli (a cura di)

Il Volume, frutto di una riflessione a più voci, offre una articolata analisi di tutti i principali profili interpretativi relativi al licenziamento per giustificato motivo oggettivo (GMO). La sentenza della Suprema Corte di Cassazione del 7 dicembre 2016, n. 25201, ha ritenuto che, ai fini della legittimità del licenziamento per GMO, non rileva il presupposto fattuale dellandamento economico (negativo) dellazienda, essendo sufficiente che le ragioni organizzative e produttive comportino un effettivo mutamento dellassetto organizzativo attraverso la soppressione di unindividuata postazione di lavoro. Si tratta di una visione in cui il controllo di ragionevolezza sociale viene esercitato in senso debole, mentre la componente valutativa cede il passo al controllo sulla mera non arbitrarietà del licenziamento, comunque soggetto a diverse opzioni ricostruttive: da una parte coloro che ritengono ancora rilevante il fatto-ragione posto a base del recesso, vale a dire la decisione organizzativa che spinge il datore a sopprimere quel determinato posto di lavoro (Santoro-Passarelli, Maresca), dallaltro chi considera la soppressione del posto in sé quale fatto sufficiente ad integrare gli estremi del GMO (Marazza). Vi è poi chi, pur accogliendo linterpretazione giurisprudenziale in esame, avrebbe preferito un maggiore sforzo definitorio sulla causale del giustificato motivo oggettivo, anche nel senso di una piena facoltà del datore di incidere sulla propria organizzazione produttiva (De Luca Tamajo). Non mancano coloro che guardano con preoccupazione alla pronuncia della Suprema Corte, che sembra tradire il principio lavoristico di rango costituzionale e sovranazionale, avallando una razionalità squisitamente economica rappresentata dallefficienza dellimpresa (Speziale, Perulli). Viene inoltre analizzato lobbligo di repechage, sia con riferimento alla tesi del licenziamento come extrema ratio, sia con riguardo al tema della prova che il datore di lavoro è tenuto a fornire alla luce della nuova disciplina delle mansioni introdotta dal d.lgs. n. 81/2015 (Romei, Del Punta). Con interventi di: Bruno Caruso, Raffaele De Luca Tamajo, Riccardo Del Punta, Marco Marazza, Arturo Maresca, Adalberto Perulli, Roberto Romei, Giuseppe Santoro-Passarelli, Valerio Speziale.

IL LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO E’ noto che, ai sensi dell'articolo 3 della legge 15 luglio 1966, n. 604, il licenziamento per giustificato motivo oggettivo è quello determinato da ragioni inerenti all'attività produttiva, all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa. Nulla toglie però che si possa comunque configurare un licenziamento per giustificato motivo oggettivo nel caso in cui il datore dimostri la necessità di ricoprire l'intero arco della giornata lavorativa, l'inutile ricerca di altro personale a tempo parziale da collocare in posizione complementare, giungendo così in ultima analisi a dimostrare l'incompatibilità tra l'assunzione di

9.13 MB Dimensione del file
8875243859 ISBN
Gratis PREZZO
Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Con Contenuto digitale per download e accesso on line.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.chazelles.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Mentre il licenziamento per giustificato motivo oggettivo è un licenziamento economico che inerisce alle condizioni economiche dell’azienda, il giustificato motivo soggettivo è relativo ad un “notevole inadempimento degli obblighi contrattuali da parte del prestatore di lavoro”, come stabilito dall’art. 3 … Licenziamento per Giustificato Motivo Oggettivo Individuale e Collettivo In alcuni casi, la causa determinante il licenziamento può essere data da una riorganizzazione dell’attività lavorativa in azienda, da motivi legati all'attività produttiva (come ad esempio innovazioni tecnologiche, variazione dei cicli produttivi, e così via), oppure da una crisi aziendale.

avatar
Mattio Mazio

Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo. Con Contenuto digitale per download e accesso on line.pdf. L' amore ai tempi della collera.pdf. Il concetto di modernità nel cinema.pdf. 50 anni a koloren! Sturmtruppen vol.22.pdf. Hélder Câmara. Il dono della profezia.pdf. La diversità floristica nella cava San Giuseppe di Basovizza.pdf Il licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo, (articolo 3, L. 604/1966), rappresenta la forma di recesso dal rapporto di lavoro. I lavoratori assunti dal 7 marzo 2015, a cui si applica la disciplina a tutele crescenti, sono esclusi dagli obblighi procedurali introdotti dalla Riforma Fornero

avatar
Noels Schulzzi

14 apr 2020 ... Salta al contenuto principale ... Con riguardo ai licenziamenti collettivi la norma prevede che non possano ... 47 comma 2) o per giustificato motivo soggettivo; ... delle difficoltà economiche e non ci siano i requisiti per accedere agli ... Online | L'affidamento di incarichi di patrocinio legale nel settore pubblico.

avatar
Jason Statham

Dando per scontato che sarebbe meglio non dovere affrontare un’esperienza negativa come il licenziamento e che, soprattutto, si dovrebbe lavorare nel migliore dei modi per evitarlo, è anche necessario sapere che la legge contempla la possibilità di applicare una forma particolare definita proprio licenziamento per giustificato motivo oggettivo. . Dal punto di vista giuridico si fa

avatar
Jessica Kolhmann

Il giustificato motivo oggettivo alla base del licenziamento del lavoratore deve essere valutato sulla base degli elementi di fatto esistenti al momento della comunicazione del recesso, la cui motivazione deve trovare fondamento in circostanze realmente esistenti, con la precisazione che nella nozione di giustificato motivo oggettivo di licenziamento è riconducibile anche l'ipotesi del Nel caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo senza indicazione dei motivi, nel caso in cui il dirigente, richieda entro 15 giorni dalla comunicazione del licenziamento l'indicazione di questi motivi, l'impresa è tenuta ad indicarli per iscritto nei i successivi sette giorni.